Utilizziamo i cookie, sei d'accordo? info Accetare

Aborto: domande frequenti

Siamo a tua completa disposizione durante la chiamata o la visita in clinica per rispondere a tutte le tue domande. Di seguito, riportiamo le risposte ai quesiti che ci vengono posti più spesso:

Quanto costa un aborto?

A partire da 340 €. Il costo dipende dal tipo di aborto richiesto e dalla settimana della gravidanza in corso. A tal proposito, consultare la nostra sezione tariffe.

Il servizio prevede riservatezza?

Garantiamo la massima riservatezza. Siamo consapevoli della necessità di mantenerla e, tra l'altro, abbiamo il dovere legale di proteggere la tua privacy. Pertanto, conserviamo tutti i tuoi dati al sicuro, cedendoli solamente alle persone da te previamente autorizzate.

Perché devo fornire i miei dati personali?

Raccogliamo i dati minimi necessari per poter far fronte alla tua richiesta di aborto in maniera sicura e legale. Proteggiamo tutte le informazioni forniteci e le utilizziamo per darti la miglior assistenza possibile, in funzione delle tue esigenze.

Il mio compagno può rimanere con me?

Il tuo compagno o accompagnante può venire con te e aspettarti nella sala d'attesa dove vi vedrete tra una fase e l'altra della visita o del trattamento. Poiché siamo tenuti a proteggere la privacy delle altre pazienti, gli accompagnanti non possono rimanere durante l'intervento chirurgico o la fase di recupero, giacché nell'area riservata ai pazienti si trovano altre persone.

E se dovessi cambiare idea?

Puoi cambiare idea in qualsiasi momento. Vogliamo che ti senta completamente sicura. Per cancellare o riprogrammare l'appuntamento chiama allo 00 34 93 4529931 in modo tale da consentirci di visitare un'altra persona. Inoltre, puoi chiamare e chiedere appuntamento per ricevere consulenza in merito alle diverse modalità di aborto.

L'aborto inciderà sulla mia capacità futura di rimanere incinta?

Un trattamento conclusosi senza complicazioni non dà problemi per gravidanze future. Non esiste alcun nesso dimostrato tra aborto e fertilità futura, gravidanze ectopiche o altre complicazioni durante una possibile gestazione. Ti forniamo tutte le informazioni scientificamente dimostrate affinché tu possa prendere la decisione più giusta. Un professionista sanitario ti illustrerà tutti i rischi noti e le complicazioni del metodo scelto.

n aborto aumenta la probabilità di soffrire di cancro al seno?

No, non esiste alcun legame dimostrato tra cancro al seno e aborto.

Devo vedere l'ecografia?

No, noi facciamo in modo che tu non debba vedere alcuna immagine, a meno che non sia tu a volerlo.

In merito al trattamento

Quali rischi si corrono?

La procedura dell'aborto è molto sicura, soprattutto durante le prime settimane della gravidanza. Non è infatti la stessa cosa praticare un aborto su una gestante priva di fattori di rischio entro la 10ª settimana o su una paziente alla 20ª-22ª settimana che si è già sottoposta a diverse cesaree e ha già sofferto varie malattie in concomitanza. Tuttavia, possiamo dire che l'indice di complicazioni è inferiore a quello dell'estrazione di un molare. Nessun intervento chirurgico è completamente esente da rischi, per cui prima di procedere se ne illustrano tutti nel dettaglio.

Qual è il miglior metodo per abortire?

Dipende dal numero di settimane della gravidanza, dai risultati dell'esame medico e dalle preferenze della paziente. Ti consiglieremo la miglior procedura per abortire, basandoci sulla nostra opinione clinica e sulla nostra guida delle buone pratiche. Prima del trattamento ne parleremo esaustivamente con te.

È doloroso abortire?

Dipende dal tipo di aborto scelto e dalla propria soglia di tolleranza del dolore. Ti metteremo il più possibile a tuo agio.

Aspirazione fino alla 12ª o 14ª settimana con anestesia locale: sentirà delle coliche simili al dolore di un ciclo mestruale forte. Per alleviare il dolore somministriamo analgesici in pastiglia e iniettiamo nel collo uterino un'anestesia locale.

Aspirazione fino alla 12ª o 14ª settimana con sedazione: la paziente è leggermente addormentata e non sente né dolori né disturbi. Si somministra la sedazione tramite una flebo nel braccio.

Dilatazione ed evacuazione con sedazione dalla 15ª alla 22ª settimana: essendo addormentata, la paziente non prova dolore durante il procedimento né sente nulla.

Aborto farmacologico fino alla 7ª settimana: sentirai un dolore più forte di un normale ciclo mestruale. Ti daremo quindi degli analgesici in pastiglia (paracetamolo con codeina) e, qualora ciò non fosse sufficiente per calmare il dolore, ti prescriveremo delle fiale di nolotil (novalgina).

Il feto prova dolore?

Le ricerche sino ad ora condotte dimostrano che fino alla 28ª settimana i sensi del feto non sono abbastanza sviluppati da provare dolore.

Al termine dell'intervento

Come mi sentirò dopo l'aborto?

Di norma, dopo un aborto senza complicazioni ci si riprende abbastanza velocemente. La maggior parte delle donne si sente sollevata al termine dell'intervento, ma alcune possono sentirsi tristi o colpevoli. Se avessi bisogno di sfogarti chiamaci allo 0034 452 99 30 e chiedi un appuntamento con i nostri psicologi e consulenti specializzati in post-aborto. Tale servizio è gratuito per le pazienti del CMA.

Quanto durano le perdite?

La maggior parte delle donne hanno perdite di sangue per 1-2 settimane. Consigliamo di utilizzare assorbenti durante tale periodo di tempo. Il sanguinamento dura al massimo come un normale ciclo mestruale (possono esservi alcuni piccoli coaguli). In alcuni casi, le perdite lievi possono proseguire fino al ciclo successivo. In seguito all'aborto chirurgico alcune donne non registrano alcuna perdita fino al ciclo successivo.

Qualora il sanguinamento fosse così abbondante da inzuppare 2 o più assorbenti all'ora per 2 ore successive è consigliabile contattare la clinica, chiamando al numero di assistenza pazienti (0034 934529930) allo scopo di ottenere una consulenza urgente. 

Posso usare assorbenti interni?

È preferibile utilizzare assorbenti esterni durante la 1ª e 2ª settimana post-intervento. Durante il ciclo successivo si potranno utilizzare nuovamente gli assorbenti interni.

Dovrò chiedere malattia al lavoro?

La maggior parte delle donne torna alla routine dopo 1 o 2 giorni. Si consiglia di fatto di svolgere con normalità le proprie attività, senza fare riposo assoluto. Si può rimanere a casa o passeggiare in modo tale da favorire la secrezione verso il basso.

Posso avere rapporti?

Evita i rapporti sessuali durante la settimana successiva e ricordati che puoi rimanere incinta quasi subito dopo l'aborto.

Telefono di contatto della clinica di Barcellona

Barcellona
+34934529930

Orario di assistenza della clinica di Barcellona

Dal lunedì al venerdì
Dalle 8:00 alle 21:00
Il sabato
Dalle 9:00 alle 14:00

Contatto

Compila il modulo successivo e vi contatteremo al più presto possibile, oppure scrivere all'indirizzo citas@centromedicoaragon.com